Invictus Concorsi

Concorso Vigili del Fuoco 2022

Concorso Vigili del Fuoco 2022

Nuovo Concorso Vigili del Fuoco 2022 per 27 vice direttore logistico-gestionale. Preparati con un ex Ufficiale Psicologo Selettore Militare.

Concorso Vigili del Fuoco 2022 per 27 vice direttore logistico-gestionale

Innanzitutto, la Direzione Centrale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, comunica che nella Gazzetta Ufficiale – IV Serie Speciale Concorsi ed Esami – del 27 maggio 2022, è pubblicato il bando di concorso pubblico, per esami, a 27 posti per l`accesso alla qualifica di vice direttore logistico-gestionale del Corpo.

Per quanto riguarda, invece, la domanda di partecipazione al concorso, può essere compilata utilizzando la procedura informatica disponibile sul sito dei Vigili del Fuoco, seguendo le istruzioni qui specificate a partire dal 28 maggio 2022 e fino al 27 giugno 2022.

Requisiti di Partecipazione

I principali requisiti di partecipazione al concorso in oggetto sono i seguenti:

  • la Cittadinanza: Italiana;
  • un’età prevista: entro i 45 anni non compiuti (si prescinde dal limite per il personale dei VVF già in servizio);
  • il titolo di studio: Laurea Magistrale in Economia, Giurisprudenza, Scienze Politiche, Scienze delle PA (vds. bando per ulteriori dettagli);
  • Infine, non aver riportato condanne e non essere imputati in procedimenti penali.

Concorso Vigili del Fuoco 2022: prove

Le prove del concorso invece, sono le seguenti:

  • una prova preselettiva (se le domande pervenute superano di dieci volte i posti a concorso);
  • a seguire, una prima prova scritta (diritto amministrativo);
  • successivamente, una seconda prova scritta (contabilità di stato);
  • inoltre, una prova orale (diritto costituzionale; diritto dell’Unione Europea; scienza delle finanze; ordinamento del Ministero dell’interno, con particolare riferimento al Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile e ordinamento del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco; lingua straniera tra inglese, francese, spagnolo e tedesco; conoscenze informatiche di base);
  • ancora, la valutazione dei titoli (abilitazioni professionali; dottorato di ricerca; ulteriori lauree magistrali);
  • in conclusione, gli accertamenti dei requisiti psicofisici e attitudinali.
Se è la prima volta che affronti un concorso militare o di polizia, oppure più semplicemente non hai ancora maturato un metodo di studio leggi questa Guida Introduttiva ai Concorsi Militari e di Polizia.

Preparati con un ex Ufficiale psicologo addetto alla selezione psicoattitudinale

Dunque, come sopra evidenziato e in accordo a tutte le Forze Armate e di Polizia, anche per i Vigili del Fuoco sono previsti gli Accertamenti Attitudinali.

L’obiettivo dei selezionatori è quello di assicurarsi il possesso delle capacità psicologiche (cognitive, emotive, relazionali, comportamentali) e attitudinali: capacità risolutive; capacità di operare in contesti emergenziali; capacità di tollerare lo stress psicofisico; attitudine al lavoro di squadra; attitudine ad operare in contesti gerarchici; motivazioni e aspettative adeguate al ruolo e alla qualifica da ricoprire.

Alla luce di ciò, se al riguardo nutri ancora dei dubbi o, al contrario, vuoi semplicemente consolidare la tua fiducia personale, grazie alla mia passata esperienza nelle selezioni militari in qualità di Ufficiale psicologo, posso fornirti, in soli due appuntamenti (Test + Colloquio Psicoattitudinale), online o in presenza, il tuo grado di prontezza psicoattitudinale.

Con Invictus Concorsi non perdi mai: o vinci o impari.