Invictus Concorsi

Concorso Vigili del Fuoco: 15 Vice Direttore Sanitario 2022

Concorso Vigili del Fuoco: 15 Vice Direttore Sanitario 2022

Concorso Vigili del Fuoco: 15 Vice Direttore Sanitario 2022. Preparati con un ex Ufficiale Psicologo Selettore Militare.

Concorso Vigili del Fuoco: 15 Vice Direttore Sanitario 2022 – Introduzione

Innanzitutto, la Direzione Centrale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco comunica che, nella Gazzetta Ufficiale – IV Serie Speciale Concorsi ed Esami – del 14 ottobre 2022, è stato pubblicato il bando di concorso pubblico, per esami, per 15 posti per l’accesso alla qualifica di Vice Direttore Sanitario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Per quanto riguarda, invece, la domanda di partecipazione al concorso, può essere compilata utilizzando la procedura informatica disponibile sul sito dei Vigili del Fuoco.

Vai alla seguente pagina (clicca qui) e segui le istruzioni qui specificate a partire dal 15 ottobre 2022 e fino al 14 novembre 2022.

Riserve: 
- 25% dei posti al personale operativo già in servizio dei VVF;
- 10% dei posti al personale volontario da almeno 7 anni dei VVF;
- 2% dei posti agli Ufficiali in congedo delle Forze Armate.

Concorso Vigili del Fuoco: 15 Vice Direttore Sanitario 2022 – Requisiti

I principali requisiti di partecipazione al concorso in oggetto sono i seguenti:

  • la Cittadinanza: Italiana;
  • età: entro i 45 anni non compiuti (si prescinde dal limite per il personale dei VVF già in servizio);
  • laurea in Medicina e Chirurgia e relativa abilitazione professionale;
  • Infine, non aver riportato condanne e non essere imputati in procedimenti penali.

Prove Concorso

Le prove del concorso invece, sono le seguenti:

  • eventuale prova preselettiva (quiz a risposta multipla vertente su patologia speciale medica, con aspetti di medicina legale e del lavoro e sulle materie della prova orale);
  • a seguire, una prima prova scritta (elaborato a risposte aperte e sintetiche su: patologia speciale medica, con correlati aspetti di medicina legale e del lavoro);
  • successivamente, una seconda prova scritta (caso pratico, a scelta del candidato, tra tre casi clinici prospettati dalla commissione);
  • inoltre, una prova orale (verte, oltre che sulle materie delle prove scritte, su: traumatologia e medicina di urgenza; semeiotica medica e chirurgica; igiene, medicina preventiva e salute pubblica; medicina legale e delle assicurazioni; norme sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro; medicina del lavoro; elementi di oculistica, otorinolaringoiatria, ortopedia, neuropsichiatria, psicologia sociale e del lavoro; elementi di medicina delle grandi emergenze e delle catastrofi; elementi di medicina dello sport. Ordinamento del Ministero dell’Interno, con particolare riferimento al Dipartimento dei Vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile. Infine, ordinamento del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Nella stessa prova sarà accertata la conoscenza di una lingua straniera a scelta tra inglese, francese, spagnolo e tedesco. Infine, saranno valutate le conoscenze informatiche di base);
  • ancora, la valutazione dei titoli (specializzazione in medicina legale e delle assicurazioni; medicina del lavoro; igiene e medicina preventiva. Altre specializzazioni, Master e Dottorato di Ricerca;
  • in conclusione, gli accertamenti dei requisiti psicofisici e attitudinali.
Se è la prima volta che affronti un concorso militare o di polizia, oppure più semplicemente non hai ancora maturato un metodo di studio leggi questa Guida Introduttiva ai Concorsi Militari e di Polizia.

Preparati con un ex Capitano psicologo addetto alla Selezione Psicoattitudinale

Dunque, come sopra evidenziato, anche per i Vigili del Fuoco sono previsti gli Accertamenti Attitudinali.

L’obiettivo dei selettori psico-attitudinali è quello di valutare sia il possesso delle capacità psicologiche: cognitive, emotive, relazionali, comportamentali.

Inoltre, costituiranno oggetto di valutazione anche le attitudini richieste dal ruolo, come ad esempio:

  • capacità gestionali;
  • problem solving;
  • capacità di operare in contesti emergenziali;
  • stress management;
  • capacità relazionali;
  • attitudine ad operare in contesti gerarchizzati;
  • attitudine alla leadership;
  • consapevolezza del ruolo e del contesto organizzativo.

A tal proposito, se nutri qualche dubbio, oppure, vuoi semplicemente appurare e consolidare la tua prontezza psico-attitudinale, contattami.

Grazie alla mia passata esperienza nelle selezioni militari in qualità di Ufficiale psicologo, posso fornirti, in due appuntamenti (Test + Colloquio Psicoattitudinale), una preparazione psicoattitudinale estremamente accurata e realistica.

Con Invictus Concorsi non perdi mai: o vinci o impari.

Concorso Vigili del Fuoco: 15 Vice Direttore Sanitario 2022